«Il mio inquilino mi ha chiesto di abbassare l'affitto».

Che faccio?

Ti hanno mai fatto questa domanda?

A me sì. Un sacco di volte, da un po’ di tempo a questa parte.

I clienti mi chiedono consiglio, sono combattuti: il cuore direbbe sì, la mente risponderebbe NO.

Che si fa in questi casi? Non c’è una risposta giusta o sbagliata, ogni situazione va esaminata nella sua specificità.

In linea di massima si può seguire un percorso logico e trovare la risposta che mette d’accordo ragione e sentimento. Per far questo però bisogna farsi delle domande.

Io di solito domando:

 

1. Che tipo è il tuo inquilino?

Se è una persona seria, paga regolarmente, tiene la casa bene e non chiama alle 11 di sera perché gli si è fulminata la lampadina abbiamo già un primo elemento di valutazione. Un inquilino così va custodito con cura. Non pensare, come si dice a Roma, che “ci sta a provà”. Il mercato è cambiato e questo non è un segreto. E’ normale che il tuo inquilino voglia fare delle valutazioni perché potrebbe avere alternative valide e più a buon mercato rispetto a casa tua.

 

2. Di che cifra parliamo?

Ragionare in astratto non serve a nulla. Tu ti aspetti una mannaia e invece lui ha in mente di ritoccare il prezzo giusto un po’. Tu saresti disposto ad applicare una riduzione del 10% e lui ha in mente il 70%.

Quindi, ancora prima di cominciare a ragionare, bisogna capire concretamente cosa vuol dire per te e per lui abbassare il prezzo. Che siano cifre o percentuali serve una dimensione reale e non delle vaghe e astrattissime ipotesi.

 

3. Se dovessi rimettere sul mercato il tuo appartamento/negozio/ufficio quanto potresti realizzare?

Questo è l’elemento determinante.

Se non riduci l’importo probabilmente il tuo inquilino si troverà un’altra casa più a buon mercato. Manderà la lettera di disdetta e tanti saluti. Come dici? Non può farlo se non ha i gravi motivi? Certo. In teoria.

Ma in pratica è quello che succede. E in quasi vent’anni devo ancora vedere un proprietario di casa che contesta la gravità dei motivi del conduttore. Appena prende contatti con un legale (se il legale è una persona sensata) capisce che il gioco non vale la candela. E non può fare altro che cercarsi un nuovo inquilino.

Ragioniamo. Anzi, facciamo un esempio concreto. Il tuo inquilino paga 800,00 euro e ti chiede di ridurre il prezzo a 700,00. Se dovessi rimettere l’appartamento sul mercato potresti realisticamente sperare di ottenerne 750,00.

Ne vale la pena?

Valuta se corri il rischio di trovarti con l’appartamento sfitto per qualche tempo, nella fase di passaggio dal vecchio al nuovo inquilino, e gli eventuali costi dell’operazione. Considera anche se hai tra le mani una persona che paga, si occupa della manutenzione della casa, non rompe la scatole al condominio e di conseguenza nemmeno a te.

A questo punto decidi tu. Io una mezza idea ce l’ho, ma il proprietario sei tu e quindi la decisione è tua.

Però voglio dirti una cosa.

Non ho mai visto nessuno chiedere sconti nei periodi in cui i prezzi erano in salita. A nessun inquilino sarebbe venuto in mente.

 

Un’ultima cosa, ultima ma non meno importante.

La risposta alla terza domanda non puoi trovarla da solo. Per conoscere i prezzi di mercato devi affidarti ad un esperto, non al passaparola, alle chiacchiere da bar o ai consigli del portiere. Diciamo che chiedi consiglio ad un agente immobiliare.

Lui però deve essere un professionista, qualcuno che mette al primo posto i tuoi interessi e non i suoi.

Ti faccio un altro esempio. Anzi, riprendiamo l’esempio di prima.

Il tuo inquilino ti chiede 100,00 euro di sconto, quindi passeresti da 800,00 a 700,00 euro mensili. L’agente immobiliare ti convince a rifiutare e ti ingolosisce proponendo di mettere l’appartamento sul mercato a 1.000,00 euro al mese.

Accetti speranzoso. Il tuo inquilino se ne va, tu aspetti mesi e mesi qualcuno che paghi i famosi 1.000,00 euro e alla fine, per disperazione, ne accetti 700,00 pur di affittarlo.

Tu hai perso tempo, soldi ed un buon inquilino.

L’agente immobiliare ha intascato la provvigione ma perso un cliente.

 

Te lo chiedo di nuovo. Ne vale la pena?

Piaciuto l'articolo?

E allora che aspetti a condividerlo?

Dubbi, domande, perplessità?

Contattami!

Invio del modulo in corso...

Il server ha riscontrato un errore.

Modulo ricevuto.

Privacy Policy

Iscriviti alla mia newsletter

affittoefemmina.com

Home

About

Articoli

Contatti

Contatti

www.affittoefemmina.com

di Solo Affitti Parioli

Via Po 48/d, 00198 Roma

Tel. 06.8541654

Fax. 06.85380547

info@affittoefemmina.com

Legale

© 2016 www.affittoefemmina.com di Solo Affitti Parioli, P.I. e C.F. 02357100607